Supreme Topics

Qual è la migliore eccitazione per una donna decente?

Quanta verità c’è in questo video sui passeggeri maschi nella metropolitana di Delhi?

È normale per una donna masturbarsi e avere un orgasmo solo per questo?

È stato suggerito (Freud, forse?) Che gli uomini eterosessuali cerchino inconsciamente una compagna che ricorda loro la madre, e le donne etero si rivolgono a un ragazzo che ricorda loro il padre. C’è una profonda base psicologica simile a come le persone gay scelgono i loro partner?

Una persona gay e una persona bisessuale si sarebbero date appuntamento?

Ci sono dei buoni libri per ragazzi con un personaggio gay con cui relazionarsi?

Per quanto riguarda il comportamento psicologico, quali sono stati i meccanismi che mi hanno portato ad avere rapporti sessuali non sicuri con un ragazzo senza usare protezione sapendo che aveva rapporti sessuali non protetti prima di me con un altro ragazzo, e non avevo il 100% di sicurezza?

Qual è la visione cristiana della masturbazione?

Quali sono alcuni aspetti negativi del movimento LGBT?

Le scuole di co-educazione sono cattive per le ragazze?

Sono troppo giovane per uscire come lesbica? Sono in terza media e quasi alle 14. Sono abbastanza sicuro di essere lesbica. La gente penserà che sono troppo giovane?

Non è convenzionale per una ragazza mangiare molto, essere disordinata, giocare a tutti i tipi di videogiochi, essere dipendente dagli anime e amare i film d’azione?

È sessista o ragionevole percepire gli uomini come una minaccia più delle donne?

Qual è il problema più grande di essere una donna nella società di oggi?

Com’è essere gay nel tuo paese?

Come si determina se si è transgender? Il modo in cui mi sento e penso a me stesso è una giustificazione sufficiente? Il fatto che io sia appena fuori dall’adolescenza significa che forse è solo una fase ormonale?

No, non è solo una fase.

Tuttavia, tieni presente che le fantasie o i sogni ad occhi aperti tra i generi sono molto più comuni di quanto la maggior parte delle persone ammetterà. Va bene sentirsi così, e questo non ti rende transgender. Il gioco di ruolo crossdressing o cross-gender è anche più comune di quanto le persone ammettano. Neanche questo ti rende transgender.

La risposta di Naomi Lauren a Come posso sapere se voglio essere una ragazza o solo travestirmi?

La risposta di Naomi Lauren a Pensi che io sia trans o un crossdresser?

“Dysphoria” è semplicemente una parola medica di fantasia per l’angoscia. Non tutte le persone transgender provano angoscia , ma date le difficoltà e i rischi sociali spesso implicati nella transizione di genere, è di solito un disagio interno che spinge una persona transgender a passare al sesso, sia da maschio a femmina, sia da femmina a maschio, o non – transizione binaria.

Il tuo genere ti causa angoscia? La pubertà ti causa angoscia? Ti senti diverso dagli altri ragazzi del tuo sesso assegnato, a cui non appartieni? C’è un desiderio di vivere come “l’altro genere” … fa male quel desiderio? Quanto spesso ci pensi? Quanto tempo fa hai iniziato a pensarci?

La connessione tra angoscia e genere potrebbe non essere ovvia per te in questo momento.

Il disagio emotivo ostacola il modo di vivere la tua vita? Pensi che la vita sia inutile, oscura o troppo difficile da affrontare? Se è così, devi davvero parlare con qualcuno … pensa alla persona più sicura con cui puoi parlare, e fallo e basta; questo è importante . Sei il benvenuto, se vuoi parlarne, mandami un messaggio direttamente.

La risposta di Naomi Lauren a Che tipo di modi può essere curata la Disforia di Genere?


Come mai a capirlo! Cercare di capirlo nella tua testa non funziona davvero. Capirlo richiede un viaggio e non puoi farlo da solo:

  1. Sperimenta con gli avatar . Il mondo dei giochi offre ampie opportunità per esperimenti di genere. Come ti senti il ​​nome e i pronomi tra i generi?
  2. Trova qualcuno al sicuro , per dire loro quello che senti davvero. Se sono buoni con cui parlare, questo ti aiuta a capire cosa provi e ad esplorare cosa significa nel mondo reale, invece di rimanere bloccato nella tua testa.
  3. Leggi e guarda storie di persone transgender online. Sappi solo che NON ESISTE UN SOLO MODO per essere transgender . Le persone transgender sono molto individuali e diverse.
  4. Trova altre persone come te. Questo è più facile da fare online, ma ancora più importante da fare nella vita reale. Ci sono gruppi in cui le persone in discussione di genere si incontrano. Trovare un terreno comune con altri sbirri non conformi di genere è così rassicurante e ti aiuta a trovare la forza di essere te stesso. Cerca una clinica di genere nella tua città e telefona per porre domande su gruppi o servizi nella tua zona.
  5. Sperimenta con il tuo aspetto . Le persone non capiranno cosa stai facendo … penseranno solo che stai sperimentando stile o moda. Cambia il tuo stile di capelli o colore, sperimenta androginia o diversi tipi di gioielli o vestiti. Qual è una cosa che puoi cambiare QUESTO MESE, per essere un piccolo passo più vicino a chi potresti voler essere.

La risposta di Naomi Lauren a Sono un adolescente e mette in discussione il mio genere. Come posso vivere come una ragazza per una settimana per vedere se funziona per me?

La risposta di Naomi Lauren mi sembra di dover passare al maschio ma sono attratto dagli uomini. Come posso smettere di essere transgender / avere disforia di genere?

Se sei un transgender, questo non significa necessariamente che dovrai passare il tuo genere, ma ciò influenzerà la tua vita . Per quanto sia difficile affrontarlo, camminare in questo viaggio è l’unico modo per scoprirlo.

Senti sinceramente che preferiresti essere un genere diverso da quello in cui sei cresciuto? Se la risposta è sì, questo è un indicatore molto forte.

Immagina (o ricorda) di essere trattato socialmente come un genere diverso da quello in cui sei cresciuto. Come ti sei sentito (in risposta)? Se ti senti felice, a tuo agio, grato, più in sintonia con te stesso, beh … eccoti. Questo parla ad alta voce per se stesso. Ricordo quando andai per la prima volta al college e mi imbattei in una cerchia di lesbiche che mi trattavano come “una delle ragazze”, anche a letto (molte persone sarebbero sorprese da quante lesbiche “piacciono i cazzi”, ma non quello che normalmente viene attaccato a), e quando per la prima volta ho avuto la possibilità di farmi crescere i capelli, un numero sorprendente di persone ha iniziato a “sentire” il mio nome come versione femminile. La mia gioia e il senso di una nuova libertà sono stati il ​​mio grande suggerimento.

Immagina che la tua Fata Godparent appaia e sieda o il tuo comodino a mezzanotte, sotto la luna piena, e ti dica che con un’ondata di bacchetta magica Hir Xie può assicurarti che ti sveglierai al mattino come una (ragazza | ragazzo | neutrois | riempire gli spazi vuoti). Altri noteranno il cambiamento, ma lo accetteranno. Sfortunatamente, Xie può apportare la modifica solo una volta, ora o mai più, e non può successivamente cambiarti. Pochissime persone si sentirebbero neutrali su questa offerta. Le persone di cisgender generalmente si ritireranno da esso; le persone transgender ne saranno attratte – a volte con riserve e paura, a volte con completa mancanza di prenotazione.

Ora, ci sono un paio di avvertenze da considerare in determinate situazioni.

A volte si manifesta un desiderio di essere l’altro genere nei giovani che sono stati sottoposti a forti abusi, in particolare abusi sessuali e in particolare a cui sembrano essere stati presi di mira a causa del genere assegnato. Se hai una storia del genere, sarebbe più che una buona idea fare dei test di realtà con un consulente esperto in tali questioni. (Non sto solo parlando attraverso il mio cappello qui; ho avuto una storia del genere da solo, e sì, ho fatto un lavoro serio in questo settore.)

Inoltre, se ti sei identificato in precedenza come gay o lesbica (in particolare come un maschio gay), probabilmente è necessaria una attenta differenziazione del desiderio di essere un genere diverso dall’inclinazione a recitare un ruolo di femmy gay o di butch lesbian ; ancora una volta, i test di realtà con un consulente qualificato aiuteranno.

Nota importante: ho scritto questa risposta per confutare qualcuno che tenta di affermare la validità scientifica della tipologia Blanchard, che è stata utilizzata negli anni ’80 e ’90 per impedire a molte persone trans di essere in grado di passare. Il mio obiettivo qui era di chiarire che i confini di chi è trans è ampio almeno quanto il DSM V. Ma questo può anche essere letto per significare che non penso che dovrebbe essere più ampio, e che le persone che non sperimentare la disforia non sono trans. Questo non era affatto il mio intento e voglio chiarirlo.

Come spesso è accaduto in passato, la definizione diagnostica attualmente riconosciuta di transgender (come la disforia di genere) è ancora troppo ristretta per comprendere tutte le persone trans. Per le persone che soffrono di disforia di genere come me, serve come utile spiegazione del motivo per cui abbiamo bisogno di un aiuto medico, ma non penso che dovremmo limitare l’accesso alle cure transgender a persone che soffrono di disforia, e certamente non penso che chiunque dovrebbe dichiarare di avere disforia quando non riceve cure. È valido per chiunque si identifichi come un genere diverso da quello a cui è stato assegnato alla nascita per identificarsi come transessuale e dovrebbe avere accesso a qualsiasi assistenza medica transgender che ritiene possa migliorare la qualità della sua vita. Apprezzo il contributo di Kaelin Farnish, che ha discusso questo punto nei commenti e hanno assolutamente ragione.

Tenendo presente questo, ecco la risposta che ho pubblicato in origine:

Di solito sono abbastanza loquace su questo genere di cose, ma oggi non sono dell’umore giusto, perché oggi sento di dover pubblicare degli standard attualmente compresi per i fatti scientifici.

Questi sono i criteri diagnostici del DSM-V. DSM è l’acronimo di Diagnostic and Statistical Manual e V indica che si tratta della recente quinta edizione (2013). (Puoi leggere tu stesso il testo: http://www.terapiacognitiva.eu/d… – vedi pagina 451 per Disforia di genere)

Disforia di genere nei bambini 302.6 (F64.2)

A. Una marcata incongruenza tra il proprio genere / sesso espresso / espresso e genere assegnato, della durata di almeno 6 mesi, come manifestato da almeno sei dei seguenti (uno dei quali deve essere il criterio A1):

1. Un forte desiderio di appartenere all’altro genere o l’insistenza sul fatto che uno sia l’altro genere (o un genere alternativo diverso dal proprio genere assegnato).

2. Nei ragazzi (sesso assegnato), una forte preferenza per il travestimento o la simulazione di abbigliamento femminile: o nelle ragazze (sesso assegnato), una forte preferenza per indossare solo abiti maschili tipici e una forte resistenza all’uso di abiti femminili tipici.

3. Una forte preferenza per i ruoli cross-gender in giochi di finzione o fantasy.

4. Una forte preferenza per i giocattoli, i giochi o le attività stereotipicamente utilizzati o coinvolti dall’altro genere.

5. Una forte preferenza per i compagni di gioco dell’altro genere.

6. Nei ragazzi (sesso assegnato), un forte rifiuto di giocattoli, giochi e attività tipicamente maschili e una forte evitazione del gioco agitato; o nelle ragazze (genere assegnato), un forte rifiuto di giocattoli, giochi e attività tipicamente femminili.

7. Una forte antipatia per la propria anatomia sessuale.

8. Un forte desiderio per le caratteristiche sessuali primarie e / o secondarie che corrispondono al proprio genere vissuto.

B. La condizione è associata a disagio clinicamente significativo o compromissione del funzionamento sociale, scolastico o di altre aree importanti.

Specificare se;

Con un disturbo dello sviluppo sessuale (ad esempio, un disturbo adrenogenitale congenito come 255.2 [E25.0] iperplasia surrenalica congenita o 259.50 [E34.50] sindrome da insensibilità agli androgeni).

Nota di codifica: codifica il disturbo dello sviluppo sessuale e la disforia di genere.

Disforia di genere negli adolescenti e negli adulti 302,85 (F64,1)

A. Una marcata incongruenza tra il genere con esperienza / espresso e il sesso assegnato, della durata di almeno 6 mesi, come manifestato da almeno due dei seguenti:

1. Una marcata incongruenza tra il proprio genere vissuto / espresso e le caratteristiche sessuali primarie e / o secondarie (o nei giovani adolescenti, le caratteristiche sessuali secondarie previste).

2. Un forte desiderio di liberarsi delle proprie caratteristiche sessuali primarie e / o secondarie a causa di una marcata incongruenza con il proprio genere vissuto / espresso (o nei giovani adolescenti, un desiderio di prevenire lo sviluppo delle caratteristiche sessuali secondarie previste).

3. Un forte desiderio per le caratteristiche sessuali primarie e / o secondarie dell’altro genere.

4. Un forte desiderio di appartenere all’altro genere (o un genere alternativo diverso dal genere assegnato).

5. Un forte desiderio di essere trattato come l’altro genere (o un genere alternativo diverso dal genere assegnato).

6. Una forte convinzione che uno abbia i sentimenti e le reazioni tipiche dell’altro genere (o di un genere alternativo diverso dal genere assegnato).

B. La condizione è associata a disagio clinicamente significativo o compromissione delle aree sociali, occupazionali o di altre importanti aree di funzionamento.

Specificare se:

Con un disturbo dello sviluppo sessuale (ad esempio, un disturbo adrenogenitale congenito come 255.2 [E25.0] iperplasia surrenalica congenita o 259.50 [E34.50] sindrome da insensibilità agli androgeni).

Nota di codifica: codifica il disturbo dello sviluppo sessuale e la disforia di genere.

Specificare se:

Posttransttion: l’individuo è passato alla vita a tempo pieno nel genere desiderato (con o senza legalizzazione del cambiamento di genere) e ha subito (o si sta preparando ad avere) almeno una procedura medica o regime terapeutico incrociati, vale a dire, la croce regolare trattamento ormonale sessuale o chirurgia di riassegnazione di genere che conferma il genere desiderato (p. es., penectomia, vaginoplastica in un maschio natale; mastectomia o falloplastica in una femmina natale).

Questi sono i criteri diagnostici completi.

Altri presunti criteri diagnostici, come HSTS e AGP di Blanchard, sono stati usati decenni fa, ma ora sono stati scartati come al di fuori del mainstream scientifico e dovrebbero essere considerati errati, scientificamente imprecisi e persino dannosi per le persone che li usano e determinano che lo fanno non si adattano efficacemente a questi criteri anche se si adattano ai criteri elencati nel DSM V per la disforia di genere.

Sicuramente ascolta le altre persone trans mentre parlano delle loro esperienze con l’essere trans e, se ti vedi nelle loro storie, usale per aiutarti a capire meglio le tue esperienze. Ma per favore, se hai intenzione di utilizzare criteri scientifici, usa quelli tradizionali, attuali e precisi.

Modificato per aggiungere: per quanto riguarda l’affermazione che il DSM non discute la tipologia di Blanchard perché non è necessario, sostengo rispettosamente che questa domanda, “Come posso determinare se sono effettivamente transgender?” riguarda specificamente la diagnosi di disforia di genere. Il DSM è letteralmente la guida ufficiale per la diagnosi di condizioni come la disforia di genere che riflette l’attuale consenso scientifico. Se la tipologia di Blanchard fosse rilevante per la diagnosi (e quindi questa domanda) e fosse rispettata da scienziati e professionisti medici, verrebbe inclusa nei criteri del DSM. La tipologia di Blanchard è stata ampiamente utilizzata dai professionisti decenni fa, quindi i professionisti del settore sono perfettamente consapevoli della sua esistenza. Inoltre, menzionare i termini a esordio precoce e a esordio tardivo non può essere interpretato come supporto o accettazione della tipologia di Blanchard, che va ben oltre tale distinzione fondendo la transizione precoce / tardiva con l’orientamento sessuale e l’espressione stereotipata del genere. Il fatto stesso che i documenti preferiscano i termini con esordio tardivo e precoce rappresenta quindi un rifiuto della dicotomia di Blanchard.

Chiunque è libero di trarre le proprie conclusioni sui fatti che accetta, ma esorto vivamente che chiunque cerchi una consulenza diagnostica scientificamente accettata utilizza i criteri effettivi accettati da un consenso di professionisti del settore.

Essere FTM non è solo “voler essere un uomo”. È più come “sapere di essere già un uomo”. Ma a volte quel sapere è subconscio e ci vuole qualcosa di esterno per portarlo alla consapevolezza cosciente.

La terapia ti aiuterà a svelare il groviglio, ma alla fine non ti dirà se sei trans o no. Quello che farà è darti le tecniche che puoi usare per capirlo da solo.

È vero che alcuni dei cambiamenti che il testosterone provoca sono permanenti e irreversibili, ma d’altra parte, quei cambiamenti permanenti non avvengono dall’oggi al domani (tranne per la “crescita al piano di sotto”, che spesso inizia quasi immediatamente). Quando ho iniziato il testosterone, non ero sicuro al 100% che fosse giusto per me. Ero sicuro dell’80%. Dopo un paio di mesi, ne ero sicuro al 100%. Ma se avessi cambiato idea e avessi deciso che non era giusto, avrei potuto fermarmi in qualsiasi momento entro i primi 6 mesi e non sarebbe stato fatto alcun danno permanente.

Ma ci sono altre cose meno drastiche che potresti fare. Taglia i capelli (gli effetti dureranno alcune settimane / mesi nel peggiore dei casi). Indossa un legante (puoi toglierlo ogni volta che ne hai voglia). Indossa abiti maschili (puoi sempre indossare qualcosa di più femminile domani, se lo desideri).

Solo tu puoi decidere se sei veramente trans, ma lo dirò; le persone cisgender raramente, se mai, passano molto tempo a preoccuparsi se sono trans o no. Indipendentemente dalle altre condizioni che potresti avere, non sei chiaramente al 100% cis e stai chiaramente vivendo almeno qualche disforia di genere.

La domanda corretta da porsi non è “Sono trans?” È “Come mi sento più felice?” Un terapista di genere qualificato può sicuramente aiutarti a rispondere a questa domanda.

Da un lato, sospetto dal tuo uso della parola “allenatori” che tu sia britannico. Se sei nel Regno Unito, mandami un messaggio, posso darti alcuni consigli locali specifici.

Ho dato questa risposta ad altri online e sembra funzionare molto bene. Implica l’utilizzo di un esercizio di pensiero.

La prima cosa che voglio che tu faccia è chiudere gli occhi e immaginarti 10 anni in futuro come il tuo sé attuale, la tua vita attuale. Pensaci e prova a immaginare ogni dettaglio della tua vita tra 10 anni. Che lavoro hai? Dove vivi? Ne hai un altro significativo? Com’è la tua routine mattutina quando ti svegli tra 10 anni?

Fallo davvero. Chiudi davvero gli occhi e pensaci bene. Passa un po ‘di tempo a pensarci.

Ora fai la stessa cosa ma immagina te stesso come l’altro genere. Immagina ogni dettaglio della tua vita tra 10 anni. Che lavoro hai? Dove vivi? Ne hai un altro significativo? Com’è la tua routine mattutina quando ti svegli tra 10 anni?

Ora pensa a te stesso, in quale di quelli stavi sorridendo?


Va bene, questo ci dà una buona base di partenza. Questo almeno ci dice se hai problemi di genere e forse quanto sono forti. Ma la fantasia non è realtà e l’erba è sempre più verde e roba così è solo un punto di partenza. Ti fa solo pensare.

Non tutti hanno la stessa esperienza con problemi di genere o transizione. Alcune persone sono felici solo vestendosi nel proprio genere identificato alcune volte al mese / anno e altre indossano abiti androgini regolarmente. Va assolutamente bene e non c’è niente di sbagliato in questo. Se questo ti rende felice e allevia i pensieri di infelicità con il tuo sesso alla nascita, allora è fantastico. Per alcuni, tuttavia, non è abbastanza. Alcune persone si vestono e vivono efficacemente nell’altro ruolo di genere, ma non ottengono alcun intervento medico o chirurgico. Infine, ci sono quelli che ottengono una combinazione di terapia ormonale sostitutiva e interventi chirurgici per aiutarli a adattarsi alla loro identità di genere.

Devi chiederti …
(FYI: io uso “altro sesso” al posto di maschio o femmina in quanto questo è ugualmente applicabile a maschio a femmina o femmina a maschio. )

  1. Sarei contento e contento di vestirmi occasionalmente con l’altro sesso?
  2. Voglio vestirmi come l’altro sesso a tempo pieno?
  3. Voglio prendere ormoni e sviluppare le caratteristiche sessuali secondarie dell’altro sesso? (Seni e fianchi o barba e peli del corpo)
  4. Voglio fare un intervento chirurgico per cambiare i miei genitali con l’altro sesso?

Ora dobbiamo ripetere l’esercizio di pensiero. Questa volta dobbiamo guardare ciascuno di questi esempi 1-4 dieci anni lungo la strada. Chiudi gli occhi e immagina di essere 10 anni in futuro solo occasionalmente travestiti, travestiti sempre, dopo la terapia ormonale sostitutiva e dopo l’intervento chirurgico.


L’ultima considerazione è la parte spaventosa. Anche se sempre più assicuratori lo stanno coprendo e sempre più aziende accettano persone transgender, è ancora una strada molto lunga e molto difficile da prendere. Sarà costoso e gli interventi chirurgici possono essere molto dolorosi e comportare dei rischi. Non voglio spaventarti ma voglio che tu pensi a quello che stai guardando. La transizione sarà una delle cose più difficili che tu abbia mai fatto, ma può anche essere un percorso verso la vera felicità dove non è mai esistito prima.

Se dopo tutto questo pensi ancora di dover apportare alcune modifiche, il tuo primo passo sarebbe cercare un terapista specializzato in questioni di genere. Possono aiutarti a elaborare i dettagli in modo che nessuna risposta e nessun esercizio di pensiero possano. Per la maggior parte delle persone, un buon terapista non è solo un guardiano del tuo passaggio, ma una guida che ti aiuta a risolvere le cose. Possono aiutarti a trovare quello che devi fare per essere felice e in salute. Può essere solo un travestimento occasionale o può essere pieno durante la transizione chirurgica. Un buon terapista ti lascerà decidere e ti aiuterà a capire la strada giusta per te.

Se hai bisogno di aiuto per trovare uno specialista di genere locale, ti suggerisco di contattare il tuo centro LGBTQ locale. Questo è spesso semplice come Google: + LGBT.

Puoi anche cercare i terapisti locali che elencano; LGBT amichevole, Problemi di genere o Transgender sul loro sito. Google: + terapista + problemi di genere o transgender.

Potrebbe essere necessario chiamare un po ‘, ma alla fine dovresti trovare qualcuno nella tua città o forse la prossima città più grande per aiutare. Spesso ci sono anche gruppi di supporto locali per le persone transgender e sono generalmente affari aperti in cui chiunque può entrare e partecipare. Il centro della comunità LGBTQ locale può aiutarti anche a quelli.

.

Oy, che sfida, sento il tuo dolore. *

Molte persone rientrano nel loro genere e ottengono conferme dalla famiglia, dalla scuola, dalla società.

È abbastanza difficile per le persone LGB lesbiche, gay e bisessuali, che solo di recente hanno ottenuto alcune misure di riconoscimento, supporto e protezione.

TQ Trans: genere e domande / persone queer non hanno alcun supporto per la consapevolezza in evoluzione della propria autoidentificazione.

L’autoidentificazione è una responsabilità immensa da stabilire per qualcuno, specialmente contro le aspettative di tutti gli altri.

Idee?

  • Guarda tutti i video di [la mia storia transgender su YouTube ] da persone nella tua posizione, o che erano nella tua posizione, per sentire se ti identifichi con il loro modo in cui si identificano.
  • Unisciti a gruppi di 12 passaggi per assumersi la responsabilità di auto-identificazione, come ad esempio [ Bambini adulti anonimi ] – se i tuoi genitori fanno schifo nel nutrirti, allora è il momento per te di assumere il compito di auto-nutrimento – crea un [ 12 programma di passaggio per persone transgender ] .
  • Trova un modo (surrettizio?) Di incontrare persone transgender nella tua zona (“… sì, vado di nuovo in biblioteca! …” occhiolino, annuisci, annuisci), ma in realtà stai andando a un [ transgender meetup ] , ascolta e condividi la tua storia.
  • Leggi [ storie di transgender ] e [ libri di storie di transgender ] , autobiografie di genere trans e interrogando le persone per vedere se ti identifichi e scopri te stesso nelle loro storie.
  • Chiedi [ “Sono transgender” su Quora ] ( sto scherzando!).

Di Più?

È sempre il momento di espandere la nostra auto-educazione con alcune ricerche su web / librerie e altro, quindi cerchiamo tutti:

  • [ nello sviluppo del genere del sesso cerebrale nell’utero ] per resoconti di oltre 20 anni di scienza, biologia, medicina, endocrinologia e legge, lo stesso per le persone di genere cis e per le persone di genere.
  • [ età dell’autocoscienza transgender ] per l’autocertificazione sull’autoidentificazione, legalmente uguale, di nuovo, lo stesso per le persone di genere cis e per le persone di genere trans.
  • [ registra sesso genere ssa ] e [ sesso visto di genere passaporto ] per vedere come registrare il nostro genere auto-identificato con la nostra amministrazione della previdenza sociale a livello federale, statale e locale e garantire l’identificazione di visto e passaporto nazionale e internazionale.
  • [ transgender 101 ] per l’esplorazione espansiva dell’esperienza, delle testimonianze e dei riferimenti delle persone reali.
  • [ spack transgender prosperare ] per il supporto endocrinologico salvavita applicato per le persone degne di uguale felicità e pari partecipazione alla nostra società, nella loro società.
  • [ storie di transgender ] e [ libri di storie di transgender ] per connetterci con i mondi meravigliosi e stimolanti di persone che hanno storie incredibili e stimolanti da condividere.

* Nota, l’esplorazione originale sotto la domanda iniziale [ Come posso sapere che sono transgender? ] legge:

“… Beh, proprio questa settimana sono stato colpito duramente. Mi ci vuole molto tempo per arrivare alle realizzazioni, spesso sono in uno stato di non sentirmi legittimo o non riesco a decifrare ciò che provo / non sento molto. Ma quando sono colpito da un pensiero che arriva completamente, colpisce duramente. E sono stato finalmente io a vedere la possibilità di essere transgender. I pensieri sono venuti prima, ma li avrei scacciati. Non sono esattamente bravo a convalidare le mie emozioni.

A volte mi odio davvero e mi vergogno di essere una femmina, è più recente che avrei iniziato a piangere di notte. Altre volte non mi interessa. Non importa che io abbia un corpo femminile. A volte sono grato per avere il seno piccolo, altre volte mi fanno sentire inutile e insicuro. Vorrei solo essere carina solo per essere accettata e per favore la gente. Mi faccio crescere i capelli solo per coprirmi il viso e ho iniziato a truccarmi solo perché la maggior parte delle ragazze lo erano.

Quando ero piccolo mi consideravo un maschiaccio. Odiavo indossare magliette, amare fuori, costruire cose (che fossero lego, o con bastoncini e foglie), e gareggiare (mi piaceva mettermi in mostra), sporcarmi, insetti, videogiochi, ragazzi preferiti o ragazze più “ruvide” come amici .

Quando sono cresciuto (16, quasi 17 ora) sono diventato socialmente più ansioso, imbarazzante e più dipendente dalla convalida degli altri. Era attraverso il 3 ° -8 ° grado che avevo davvero amici di controllo che mi assicuravano ogni tanto che qualcosa non andasse in me o nel mio corpo. Non mi sono reso conto fino a molto tempo dopo che mi ha colpito. Ero troppo sensibile da bambino e molto libero, purtroppo attira le persone sbagliate.

Odio i miei genitali, sinceramente ho l’invidia del pene lol. Ma è cresciuto fino alla gelosia e mi fa odiare me stesso. Mi sento geloso ogni volta che vedo un maschio o quando si divertono con i loro amici, vorrei essere appena nato un maschio, se mai avessi avuto la possibilità di diventare improvvisamente un maschio, lo farei. Sembra più appropriato, anche se non sono la persona più maschile. (Direi che quando sono davvero me stesso, ho una personalità più fanciullesca … per così dire?) L’invidia è iniziata circa 2 anni fa, ma ora è peggio e più frequente.

Sono abituato ai pronomi femminili, quindi non mi disturbano molto, ma mi irrita ancora un po ‘. Allo stesso tempo, sarebbe strano iniziare ad usare pronomi maschili perché non ci sono assolutamente abituato e non ne sono nemmeno sicuro … e bene guardo di più dal lato femminile (capelli lunghi, fianchi, gambe curve …) e cerco di essere femminile solo per adattarmi. Anche se il mio abbigliamento è limitato a jeans attillati, maglioni / giacche. e conversare. Credimi, se non fossi così insicuro e se non avessi l’ansia sociale, probabilmente avrei una maggiore comprensione di me stesso, aperto e proverei ad essere più come me … Potrei sperimentare di più.

Voglio andare da un terapeuta, ma cose come questa sono sempre stressanti per tutti nella mia famiglia. E siamo tutti cattivi nel comunicare le cose, è troppo imbarazzante. Probabilmente aspetterò solo fino ai 18 anni ..?

(Non so se sono necessari questi dettagli extra, forse contribuisce alla risposta …) … “… da [ cose … ]

.

I dettagli che ci hai fornito ci danno un po ‘più di comprensione della tua vita e potrebbero adattarsi a una narrativa trans. Tuttavia, ogni persona trans è diversa, e semplicemente essere un maschiaccio che è a disagio nella femminilità non significa che tu sia trans.

Il processo per capire il genere non è (sempre) veloce e facile, probabilmente richiederà del tempo e supporto e probabilmente ti farebbe bene visitare uno specialista di genere.

Un modo per rendere più semplice mettere un’etichetta su te stesso è educare te stesso e conoscere quell’etichetta. Trova risorse su Internet (Google e YouTube sono i tuoi amici), ma non pensare che devi essere come gli altri ragazzi trans o altrimenti non sei affatto trans.

Se ritieni di avere una certa comprensione, contatta il tuo centro LGBT + locale e chiedi loro sui gruppi di supporto trans *. Fai amicizia trans. Prova i pronomi. Parla con loro e quando sei a tuo agio, sperimenta con loro l’abbigliamento e la (mancanza di) trucco. Forse non sei al 100% a tuo agio come ragazzo e capire che non sei binario.

Infine, due consigli per quando lo stai esaminando:

  1. L’unica persona che può veramente sapere se sei trans sei tu. Non lasciare che nessuno ti dica che non sei trans se sei convinto di esserlo.
  2. Non preoccuparti degli odiatori. A volte è difficile affrontare se vivi in ​​un’area transfobica, ma puoi superarla. Trova il tuo supporto altrove.

In bocca al lupo.

Grazie per la a2a. Bene, non sono davvero sicuro di come rispondere a questa domanda. Non è davvero un tipo di situazione molto bianco o nero. Prima di tutto, non sono troppo sicuro che l’adolescenza abbia qualcosa a che fare con te, come se fossi o no. L’adolescenza può certamente esacerbare la tua confusione. È un momento molto difficile nella vita di una persona, trans o cis. Per me, questo è stato il momento della mia vita in cui ho sviluppato la sindrome di Stoccolma … Era uno scherzo, ma in tutta serietà, è stato quando ho deciso che dovevo inventarmi o delirare il modo in cui mi sentivo e chi sentivo di essere . Ho seppellito il vero me nel profondo e ho usato tutta la forza di volontà che avevo e sono diventato il bambino che tutti volevano che fossi. Questo è anche quando è iniziata la mia depressione. Il motivo per cui ti sto dicendo questo è perché non voglio che tu faccia lo stesso errore che ho fatto perché mi ha quasi ucciso.

Non tacere, non nasconderti. Devi parlare con qualcuno, un terapista o uno psicologo che si occupa SPECIFICAMENTE di questo argomento. Il fatto che tu senta ciò che senti è estremamente significativo, indica che ci sono problemi di cui devi parlare e che non sono immaginari o non validi. Per quanto sia difficile, devi fidarti di te stesso, del tuo istinto, del tuo istinto. Ti conosci 100 volte meglio di chiunque altro. È necessario raccogliere quante più informazioni possibili, parlare con quante più persone possibile che hanno esperienza diretta o indiretta con essa. Quindi, alla fine, sei solo tu a sapere chi sei. Riesci a guardarti allo specchio ogni giorno?

Se hai bisogno di aiuto per trovare risorse, ci sono un sacco di noi qui che possono e aiuteranno. Ma non cancellare i tuoi sentimenti a causa dell’età, sapevo all’età di 4 o 5 anni che c’era qualcosa di sbagliato o diverso in me … Molto semplicemente, non ero un ragazzo.

E <3

È un duro; uno con cui molte persone trans lottano anche durante la transizione! Una buona regola empirica, tuttavia, è che se ti chiedi se sei transgender, probabilmente lo sei. Ciò non significa che devi passare; significa semplicemente che essendo abbastanza a disagio con il tuo incarico di genere per metterlo in discussione, c’è un’alta probabilità che ti adatti da qualche parte sotto l’ombrello Trans.

Se stai affrontando questa domanda da solo, ti consiglio vivamente di lavorare con un terapista che ha esperienza con problemi di identità di genere. Ancora una volta, ciò non significa che devi iniziare subito la transizione; potresti non averne mai bisogno. Un buon terapista ti aiuterà a risolverlo, e ti aiuterà a capire meglio te stesso e la tua identità, qualunque cosa accada. Non può far male e può essere molto, molto utile.

Inoltre, prenditi un momento per congratularti con te stesso; stai interrogando, imparando e crescendo in modi che molte persone non riescono a capire. Sei forte!

*abbraccio*

Genere….

Il genere è squishy.

Se non l’hai già letto, ti suggerisco di dare un’occhiata alla risposta di Jae Alexis Lee a Come faccio a sapere se sono trans? Piuttosto che ricostruire su quello, voglio parlare di cose che sono squishy.


La narrativa popolare sulle persone transgender è che siamo uomini o donne che si spostano dal punto A (il genere che ci è stato assegnato alla nascita) al punto B (il genere ” opposto “). La realtà è più complicata di così.

Se non sei sicuro, tratta il genere come un giocattolo e gioca con esso.

Per le persone trans maschili (assegnate alla nascita), prova diverse parti della mascolinità … guarda come ti fanno sentire. Prova un raccoglitore … come ti senti? Interagisci con diverse comunità di genere online e prova diversi pronomi. Come ci si sente quando qualcuno si riferisce a te usando lui / lui ? Che ne dici di usarli? Raggiungi i negozi dell’usato vicino, come si sentono le camicie da uomo?

Per gli individui trans femminili (assegnato maschio alla nascita), si applica la stessa cosa. Come ci si sente quando qualcuno si rivolge a te con un nome diverso? (Ancora una volta, le community online sono buone.) Raditi le gambe, gioca con il trucco … prova le cose.

Non è necessario avvertire un tipo di disforia o un altro. Essere trans è complicato e c’è una sfumatura nel modo in cui sentiamo che viene spazzato via dalla conversazione mainstream di cisgender sulle persone trans. Va bene se non provi angoscia per una parte del tuo corpo o per un’altra, ciò non significa che non sei trans.

Cosa ti senti? Cosa si sente positivo, comodo e affermativo? Potresti non preoccuparti dei pronomi con cui sei cresciuto ma altri si sentono meglio? Stessa cosa per qualsiasi altra forma di conformità alle aspettative sociali basata sul genere che ti è stato assegnato alla nascita. Non devi odiare qualcosa per far sentire meglio qualcos’altro .


Va bene fare domande. Va bene esplorare e sperimentare con il genere. Se la scatola in cui ti trovi non ti senti a tuo agio e l’unica altra persona che ti stanno mostrando non ti sembra nemmeno comoda, potresti non essere a forma di scatola … e va bene. Il genere è squishy, ​​puoi modellarlo, modellarlo, giocarci e arrivare da qualche parte in cui ti senti meglio.

Se, nel tempo, scopri di progredire sempre di più in una determinata direzione, va bene. E se scopri che superare un punto arbitrario ti mette a disagio, così ti giri, va bene lo stesso.

Gioca con il genere. Se hai persone di cui ti fidi di poter essere aperto riguardo alla tua sperimentazione, parlane con loro e vedi se possono aiutarti a darti uno spazio per esplorare in sicurezza.

Se hai domande lungo la strada, chiedi. È difficile navigare nello spazio squishy tra A e B quando non sai se appartieni lì, se vuoi stare dall’altra parte o se vuoi semplicemente passare il tempo nei fondali bassi, ma va bene. Ci sono molti di noi che hanno fatto quel viaggio che sono felici di aiutare … e molti di noi che stanno ancora navigando nello squishy che sono felici di avere qualcun altro con cui condividere l’esplorazione.

Non devi capirlo da solo. Non sei solo. Dubbi, paure, preoccupazioni sono tutti normali e non c’è nulla di sbagliato nell’avere qualcuno di loro. Ovunque tu decida di andare, sappi solo che ci sono persone che ti sosterranno, affermeranno e rispetteranno la tua identità e, sì, ti aiuteranno a trovare la tua strada. Non sei solo.

La mia storia è davvero molto simile alla tua, non sono il tipo più maschile che ci sia. Voglio dire, mi piacciono molto le cose carine e lavoro all’uncinetto per cominciare, ma i nostri hobby, simpatie e antipatie, ecc. Non rappresentano noi stessi e la nostra identità di genere. Noi , noi stessi e i nostri sentimenti, lo facciamo.

Mi ci è voluto molto tempo per giungere alla conclusione che, , sono trans. Sì, sono un ragazzo, dannazione, e voglio essere visto come uno. I ragazzi possono lavorare all’uncinetto e godere anche di cose carine “femminili”. Non definisce noi e il nostro genere. Essendo nuovo nella transizione, mi sento ancora a disagio nel fare certe cose pubblicamente – ma va bene, so che alla fine, mentre mi circondo di persone che mi amano e mi accettano per quello che sono, tutto andrà a posto. O almeno la maggior parte delle cose. Spero che tutte le cose importanti – come un giorno essere in grado di permettermi un intervento chirurgico di alto livello, è sicuramente qualcosa che devo disperatamente accadere ad un certo punto.

A parte il mio monologo, nessuno può dirti cosa ti rende univoco trans tranne te stesso. Tutti noi abbiamo le nostre storie: che tu sia trans maschile, trans femminile, di genere, di genere / flusso di genere, ecc. Ecc., Ogni storia è diversa in qualche modo. Ciò che ci rende trans è il modo in cui ci definiamo, non il modo in cui esprimiamo noi stessi o il modo in cui gli altri ci percepiscono – sebbene quelle cose possano modellare il modo in cui interagiamo con il mondo che ci circonda, non sono ciò che ci definisce. E continuerò a ripetere questo fino a quando non sarò blu in faccia, o almeno fino a quando il resto del mondo non raggiungerà e avrà almeno un minimo di comprensione.

Come dice YouTuber Chase Ross, se ti fermi a chiedere a te stesso o ad altre persone trans come fai a sapere che sei trans rispetto a te stesso, probabilmente sei trans. Suggerirei di cercare un terapista di genere e di esplorarlo con loro, possono aiutarti a trovare più intuizione dentro di te e guidarti attraverso il tuo monologo interiore alla ricerca della risposta.

Se hai domande su come e dove iniziare a cercare un buon terapista, sentiti libero di chiedere. Potrei avere alcune risorse che possono aiutarti nella tua ricerca. Ma, naturalmente, qualunque cosa tu decida di fare, ricorda che è la tua vita, i tuoi sentimenti, la tua espressione e non importa cosa ne pensi il mondo, sei valido e importa. Ti auguro buona fortuna e viaggi sicuri.

Il mio consiglio sarebbe di provare il travestimento.

Penso di aver capito almeno parte di ciò che stai attraversando. Spesso non mi considero una donna. Di tanto in tanto non mi identifico con il genere femminile, infatti, non mi identifico con alcun genere. Non ho una forte inclinazione ad essere maschio o femmina. E proprio perché sono nata femmina, finisco per vestirmi, mi comporto più come una femmina.

Se fossi un po ‘più alto, un po’ più magro, avessi una faccia più spigolosa, mi vestirei come un uomo. In questo momento, con la mia faccia rotonda e la forma del corpo grassoccia, vestirmi come un uomo (abito, camicia, cravatta …) mi fa solo sembrare comico …

Ma se hai il corpo, potresti provarci.

Una parte importante dell’essere un certo genere riguarda il modo in cui le altre persone percepiscono il tuo genere e ti trattano di conseguenza. Ecco perché la gente dice che il genere è un costrutto sociale (molto simile alla razza). Le persone trattano maschio e femmina in modo molto diverso nella nostra società. Se riesci a vestirti in modo convincente come un uomo o almeno una persona neutrale dal punto di vista del genere, potresti andare in giro e sperimentare qualcosa di molto diverso.

Provalo, vedi se è quello che vuoi. La transizione fisica verso un genere diverso è una strada a senso unico e richiede molto impegno. Non andare fino in fondo se non sei sicuro al 200%.

E ovviamente, come suggerì Jae, vai a vedere un consulente. Non essere in grado di identificarsi con il proprio sesso alla nascita è un grosso problema. Non lasciarlo sospeso.

Senza esplorare a fondo i tuoi pensieri e sentimenti più intimi, che è meglio fare sotto la guida di un terapista di genere qualificato, solo tu puoi dire. Tutto quello che posso fare è condividere alcune delle mie esperienze per aiutarti a inquadrare i tuoi pensieri.

Per quanto mi riguarda, sono stato assegnato maschio alla nascita e esteriormente conforme a quel genere; in privato, però, era una storia diversa. Fu solo quando avevo 39 anni che mi resi conto che era qualcos’altro. Mi ci è voluto un altro anno da allora per ammettere che ero transgender.

Ma perché ci è voluto così tanto tempo?

Non odio i miei genitali. Per me mi è sempre sembrato che mi mancassero aspetti, piuttosto che voler rimuovere aspetti. Non è che non mi associo all’essere un maschio, ma so anche che ci sono aspetti femminili nella mia personalità che voglio essere più attivo piuttosto che essere costantemente represso dal bisogno di conformarmi agli standard delle altre persone.

Quindi cosa ho fatto? Ho iniziato a “giocare” con il genere. Ho iniziato a dipingermi le unghie, mi sono fatto crescere i capelli (oltre 25 anni con un taglio da troupe), ho iniziato a radermi il petto e le gambe, ho anche iniziato a parlare con uno psicologo di tutto ciò. Ho trascorso circa un anno socialmente passando da un aspetto maschile tradizionale (stereotipato?) A un aspetto più androgino. Recentemente ho saltato attraverso i cerchi per iniziare la terapia ormonale per allineare medicamente il mio cervello e il mio corpo (nessun “consenso informato” disponibile dove sono). Quando avrò finito, farò davvero casino con i preconcetti della gente su cosa sia il genere.

Ma non mi sentivo transgender, anche quando ho iniziato la transizione!

Solo quando mi sono reso conto che ero più felice di non essere maschio, ho dovuto ammettere a me stesso che ero transgender, e questo è durato un anno da quando ho iniziato a giocare con il genere. Ma so anche che non sono una femmina. Mi identifico come non binario e sono abbastanza contento di quel termine molto vago. Ho dovuto ammettere a me stesso che ero transgender su base semantica, perché non mi identificavo più con il sesso assegnato alla mia nascita. Questa è la definizione base di essere transgender.

Una delle sfide con la società è che spinge davvero la narrativa genere-binaria. Anche molte persone transgender spingono una narrazione simile. Il genere è uno spettro con gruppi alle estremità maschio e femmina, ma una grande varietà nel mezzo. Non abbiate paura di esplorare oltre le narrazioni maschili / femminili che la società ci impone.

Quello che ho visto negli ultimi 20 mesi circa da quando ho capito che non facevo parte di quel binario, è che ci sono molte persone che si trovano in una situazione simile. Potrebbero avere problemi con alcuni aspetti del sesso assegnato alla loro nascita, ma stare bene con altri aspetti. Potrebbero transitare socialmente ma non identificarsi con l’essere transgender. Potrebbero passare dal punto di vista medico, ma non identificarsi con l’essere transgender (anche se questo è generalmente più difficile dati i frequenti requisiti di valutazione psicologica). Potrebbero non transitare affatto, ma identificarsi comunque come transgender. Ogni persona ha la propria esperienza con il genere, e nessun altro ha il diritto di dettare quelle esperienze (per quanto alcuni proveranno).

Anche se decidi di non essere transgender, non fa male conoscere meglio te stesso.

E parla con un professionista. Seriamente, possono davvero aiutarti a focalizzare i tuoi pensieri. Anche alla tua età dovresti avere accesso a un consulente scolastico, che non sarebbe obbligato a dire qualcosa ai tuoi genitori a meno che la tua sicurezza non fosse a rischio. Parlare con loro potrebbe essere il primo passo.

Sono transessuale?

Principalmente (versione tl; dr):

  • Provi qualche disagio con il genere che sei percepito e indicato come? Preferiresti essere percepito e indicato come un genere diverso? Pensi che sarebbe più “giusto” o semplicemente migliore?
  • Hai riscontrato disagio con le tue caratteristiche sessuali primarie o secondarie, o entrambe? Preferiresti che fossero cambiati (in tutto o in parte)? Pensi che il risultato sia “più giusto” o semplicemente migliore?

Gli esperimenti possono essere molto utili per scoprirlo.

Inoltre, hai una storia di crossdressing o crossdreaming?

Tuttavia, questa è solo una guida rapida, principalmente per le persone trans binarie.

Non tutte le persone trans provano disforia o si rendono conto di avere disforia (pretransizione), e specialmente per le persone non binarie, queste domande potrebbero non adattarsi completamente: alcune persone non binarie non provano un disagio significativo con nessuna delle loro caratteristiche sessuali, e alcune, per esempio le persone più grandi, potrebbero non provare alcun disagio o sensazione “sbagliata” quando sono percepiti o indicati come il loro genere binario.

I criteri diagnostici DSM-5 per la disforia di genere sono più completi della mia versione tl; dr e rappresentano meglio per le persone non binarie.

Ma il mio trans test preferito: qualsiasi trans test. (Anche se è a castello completo, come il COGIATI.)

  • Se il test dice che sei trans e sei sollevato, sei trans. Se sei disturbato, non lo sei.
  • Se il test non sei trans e sei deluso, sei trans. Se sei sollevato, non lo sei.
  • Se tradisci per ottenere un risultato migliore, sei trans.

Inoltre, se sei ossessionato dal tema del transgender e dalla transizione per mesi e mesi, sei quasi sicuramente trans, perché le persone cis non hanno motivo di fare una cosa del genere.

Oh, e una raccomandazione vitale che ho dimenticato: parla con altre persone trans e leggi / ascolta le loro storie. Comprese, in particolare, le storie che non si conformano alla “narrativa standard” che richiedono che una persona trans sia stata una ragazza molto femminile (attratta solo dai ragazzi) o un ragazzo molto fanciullesco (attratto solo dalle ragazze) dall’infanzia, che ha insistito erano una ragazza / ragazzo ed era molto vocale al riguardo, e che era profondamente a disagio e disgustato dai loro genitali. Oserei dire che la maggior parte delle persone trans non ha questa esperienza.

Sei quello che senti. Se non ritieni che una definizione o un’etichetta siano importanti, allora non è per te adesso. Se senti un nome per quello che ritieni sia importante per te, puoi auto-identificarti e puoi anche cercare un professionista che conosca i problemi trans. Cerca su alcuni siti web nazionali come il Natjonal Center for Transgender Equality, GLSEN, GLAAD, PFLAG, Gender Spectrum, Asaf Orr presso il National Center for Lesbian Rights e altri e leggi cosa dicono gli altri adolescenti trans e di genere che non rispettano le norme e per quali linee guida hanno capire il genere.

Se stai facendo domande, ascolta il tuo cuore. La realtà del genere è che esiste su uno spettro. Non corrisponde sempre ai nostri organi riproduttivi. È normale, umano e OK. L’adolescenza è il momento di affrontarla, soprattutto se si desidera sopprimere la pubertà sbagliata. Avrai bisogno di un aiuto professionale per questo, quindi contatta una delle organizzazioni sopra menzionate per ottenere aiuto per trovare i professionisti appropriati che possono aiutarti.

Se puoi parlare con un genitore o un altro adulto di fiducia, ciò ti aiuterà. Ma se non puoi farlo in modo sicuro, vai direttamente alle organizzazioni nazionali. La soppressione della pubertà è reversibile al 100%. Passare attraverso la pubertà sbagliata non lo è.

In bocca al lupo. Tu sei coraggioso. C’è aiuto per te

A2A.

Temo di sapere molto, molto poco su questo argomento, di non aver mai sperimentato personalmente alcuna forma di disforia di genere o altri problemi transgender. Fortunatamente, hai delle ottime risposte da persone molto più qualificate di me.

L’unica cosa che aggiungerei è questa:
Il processo di transizione è deliberatamente lento e viene eseguito per gradi. Questo è specificamente per dare alle persone che, come te, incerte sulla propria identità di genere, il tempo e l’esperienza per capire e venire a patti con il proprio genere.
Molte persone trans non completano una transizione completa, ma piuttosto trovano un punto nella transizione in cui si sentono a proprio agio e felici * e rimangono a quel punto.

Mi dispiace di non poter offrire ulteriori informazioni o consigli, ma ti auguro buona fortuna per capire la tua identità di genere e con la tua transizione se decidi di perseguirla.

* Per quanto possano essere, alcuni considerano un certo punto abbastanza buono da non valere i rischi di un’ulteriore transizione, specialmente per quanto riguarda gli interventi chirurgici.

C’è qualcosa di cui non si parla spesso, specialmente per la gente di cis, ma puoi essere una donna e vuoi avere un pene, e puoi essere un uomo e vuoi avere una vagina. Desiderare semplicemente un tipo di caratteristica solitamente associato a un genere diverso da quello che ti è stato assegnato alla nascita non ti rende intrinsecamente trans.

Ad esempio, una donna trans che è nata con un pene potrebbe capitare di amare il suo pene (in effetti, ne conosco diversi che lo fanno), e mai nemmeno sognare di cambiarlo. Allo stesso modo, non c’è nulla da dire che una donna cis che è nata senza un pene non potesse disperatamente desiderarne uno. O essere leggermente curioso di averne uno. O ovunque in quello spettro. Ci sono persone trans che non provano forti sentimenti per i loro genitali.

Il soggetto finisce per essere meno tabù negli spazi trans, anche se a volte anche in quegli spazi si ipotizzano che la persona si stia “sistemando” perché non ha una buona opzione per fare un cambiamento chirurgico. Negli spazi cis, è molto più vicino a inaudito. Ma anche con un simile tabù, ho incontrato diverse donne cis – che hanno esplorato la possibilità di essere trans, ma hanno trovato la risposta “no” – che desiderano fermamente e fortemente di avere un pene. Le loro descrizioni suonano in modo molto simile a quello che potrebbe dire una persona trans, tranne che è limitato ai suoi genitali. Alcune sono lesbiche, altre sono etero e una è bisessuale (di quelli che conosco personalmente).

Personalmente non conosco nessun ragazzo che abbia la stessa sensazione di avere una vagina, ma la ragione di ciò è probabilmente duplice: in primo luogo, come ragazza, i ragazzi che ho di solito non si confidano tanto in me quanto le mie amiche ; e in secondo luogo, la nostra società è molto più indulgente nei confronti delle donne che esprimono una quantità di qualità considerata “maschile” rispetto agli uomini che esprimono una quantità di qualità considerata “femminile”. E la nostra società considererebbe sicuramente il desiderio di una vagina di essere una cosa femminile.

Sembra che tu abbia già una comprensione di questo. Se sei internamente sicuro di essere femmina, allora probabilmente sei femmina. Voglio solo assicurarmi che tu sappia che ci sono un certo numero di donne che si sentono più a loro agio con un pene di una vagina e che è una sensazione del tutto ragionevole, se lo fai.

Non posso dare una risposta che sia chiara. Quindi, mi dispiace assolutamente. Ma posso raccontarti cosa mi è successo. Forse ci saranno somiglianze, forse no. Non preoccuparti se no. Ognuno è diverso.
Quando per la prima volta ero consapevole di me stesso da piccolo, sapevo di essere diverso. Sono totalmente cieco, ma non ho mai saputo di essere stato cieco fino a molto più tardi. Sapevo di sentirmi a disagio nel mio corpo. Non sapevo perché. Quando ho scoperto di essere cieco, ho pensato di averlo finalmente capito. Quella differenza. Ma ero ancora a disagio. Perché?

Mentre crescevo, mia madre mi permetteva di fare qualsiasi cosa volessi con i vestiti. A volte indossavo gli skorts perché gli skorts non erano gonne. Avevo i pantaloncini sotto quell’attaccapanni così mi sono detto che non ero troppo femminile. Sono rimasto lontano dai vestiti più che potevo. E quando mia mamma mi ha fatto indossare loro, di solito c’era una torta. Ero piccolo, quindi ho associato torte e vestiti. Se lo indossassi, avrei una torta. Sìì! Poi indossavo pantaloni e magliette che erano larghi per le camicette scolastiche o per l’aereo che erano a maniche lunghe.

Poi sono entrato nella pubertà. Avevo così tanto dolore pelvico da mestruazioni e sanguinamento così intenso, ma al momento non me ne importava. Mi importava del fatto che mi stessi trasformando in una bambola. Ho associato bambole con donne. I miei fianchi stavano cambiando, il mio petto e le spalle stavano cambiando. Ero disperata per la fuga. Ma non c’era nessuno. Così ho iniziato a indossare abiti da “donna” perché ero una donna e ho dovuto mettere insieme i miei spettacoli. Sono diventato più isolato e quella differenza è diventata più grande. Tutte queste ragazze si stavano godendo la pubertà, stavo cercando di trovare una cura. Ma ero solo leggermente disforico, non sapevo ancora cosa fosse. Che cosa era il transgender.

Per diciassette anni sono diventato sempre più depresso. Non dovevo essere qui. Eppure le mie convinzioni mi impediscono di uccidermi. Quindi sono diventato emotivamente instabile. Sono diventato insensibile. Sono diventato una persona che soffriva di dolore cronico perché ho la sindrome dell’ovaio policistico e la mia schiena era ferita perché i miei seni erano troppo grandi. Ho assolutamente iniziato a odiare essere una donna. Non mi ha portato altro che dolore e sofferenza. Mentre altre ragazze stavano cercando di ottenere l’ingrandimento del seno, le volevo ridotte. Non volevo bambini, mentre tutti i miei coetanei non potevano aspettare di avere figli.

Sono uscito di casa a 20 anni. Sono andato al college e ho provato la vita del campus. Ho fatto degli errori. Ho trovato un buon college online e ho iniziato ad andare lì. Avevo 24 anni. Ho avuto la depressione. Grave depressione cronica Mi sentivo fuori posto. Ero così sicuro di essere diverso da volere un esperto che mi aiutasse a capirlo. Volevo che qualcuno esaminasse il mio cervello e trovasse quella differenza.

Sapevo cosa fosse transgender in questo momento. Mentre ero al college ero un rinchiuso. Sono rimasto a casa nel mio dormitorio e ho guardato la rete televisiva di scoperta. C’era un documentario su un transgender che rimase incinta. Ero affascinato, ma solo durante la visione di quel documentario. In seguito sono diventato consapevole dei transpeople ma da quando ero in mezzo a persone che erano molto transfobiche, sono diventato anche io.

Ho incontrato il mio primo partner serio quando avevo 23 anni. Viveva ancora con la sua ex ragazza che era di genere fluido. Pensavo che ne fosse piena. Come può una persona cambiare sesso? Non sono vestiti per gridare forte.

Io e quel partner ci siamo trasferiti per fare le nostre vite. E io ero ancora diverso. Che cosa avrei fatto? Credevo seriamente di stare meglio morto. Forse non ero adatto o tagliato fuori per questa vita.

Poi è arrivato il momento per me di laurearmi e sono stato nella peggiore depressione che abbia mai avuto. Mi ero portato vicino a nove anni per laurearmi e non ero felice. Cosa dà, cervello? E poi l’ho capito. Ero transgender.

Ero in così tanto dolore fisico dalla disforia. Ero un transperson da donna a uomo.
Questo è successo quattro mesi fa ieri.
Come lo so? Non lo so al 100% e probabilmente non lo farò mai per un po ‘. Ma non è una brutta cosa Perché sto esplorando. Sto indossando gli abiti del mio ragazzo e prendo nota di come questo mi faccia sentire. Ho fatto un racconto per provarlo. Il legame al torace ha fatto sparire molta disforia. Sono passati quattro mesi da quando ho indossato un reggiseno. Mi sono tagliato i capelli più corti per vedere come mi sentirei. L’ho tagliato a metà schiena proprio sulla linea del reggiseno e tagliato a strati. Lo amavo. Sono entrato a far parte di un paio di gruppi di supporto online e ho ascoltato le persone che identificano le trans e le loro lotte come persone transettali FTM. Soprattutto, ho giocato con i pronomi di genere e ho pensato a come potrei essere non binario. Odio essere chiamata lei. Lo odio di meno, ma continuo a odiarmi chiamandoli. Mi piace essere chiamato lui. Io sono un maschio. E a volte mi chiedo ancora se lo sono. Ma sto esplorando. Sono pronto per il mio prossimo taglio di capelli, più corto questa volta. Sono anche in terapia. Ho un terapeuta specializzato in esplorazione dell’identità di genere, adattamento per le persone con disabilità nella comunità e dolore cronico. Mi ha davvero aiutato molto. Sono molto più felice
Quindi per favore non mollare. Continua ad esplorare. Continua a pensare a cosa ti fa sentire a tuo agio. Se si scopre che sei una donna, yay. Puoi essere una donna maschile. Se sei un transman, yay. Sarà liberatorio vivere come quello che sei. Non hai disforia? È fantastico. Ciò non significa che non sei trans.
Continua ad esplorare chi sei. Vi auguro tutto il meglio.

Sono dalla parte che sì, se ti senti e / o pensi a te stesso come un genere diverso da quello che ti è stato assegnato alla nascita, sei trans . Le tue esperienze, pensieri, valori e identità unici sono sufficienti. Hai la capacità e il potere di definirti.

Molte persone usano la disforia di genere come unico indicatore di transessualità e, sebbene si tratti di un termine utile, non è l’unico qualificatore. I suoi problemi principali sono la medicalizzazione dell’essere trans, oltre a metterli automaticamente in una categoria di malati di mente; ciò limita l’autonomia corporea e le risorse di transizione e rinforza le idee di genere. Mentre è normale provare disagio con il modo in cui ci si presenta in contrasto con la propria identità, è anche ok e comunque valido sentirsi bene nella propria pelle e non sentire il bisogno di conformarsi.

L’euforia di genere, specialmente per molte persone non binarie, è un termine più rilevante. Molte persone che scoprono un insieme di identità, nome o pronome adatto a loro provano una sensazione di sollievo, pienezza o (giustamente) euforia. Questo è un indicatore molto forte del fatto che sei un trans e uno dei tanti motivi per cui incoraggio vivamente tutte le persone a ricercare identità di genere.

Certo, l’equilibrio ormonale può influenzare il modo in cui ti vedi o il modo in cui ti senti in forma in questo mondo, ma non invalida alcuna tendenza strana che hai. Va bene se i sessi sono fasi per te: potresti adattarti a qualche variante di genderfluid, genderflux, bigender o demigender. Fai le tue ricerche, concediti la libertà di esplorare e capire te stesso e sappi che di fronte alle persone ovunque, sei ancora vero e amato .

Hai sicuramente un sacco di tempo per decidere. Molte persone della mia età non hanno iniziato a diventare transgender fino a quando non avevano 30, 40 o 50 anni. Non penso che tu debba sentirti come se avessi fretta di capirlo. Prenditi il ​​tuo tempo. Fare qualche ricerca. Parla con altre persone che hanno la tua età e si sentono allo stesso modo.

Esistono molti tipi diversi di persone transgender. C’è chi passa e chi si sente nel mezzo per quanto riguarda il genere e decide di non passare. Ci sono anche quelli che decidono la transizione, anche se possono continuare ad avere un tipo medio o non binario di identità di genere. Solo tu puoi decidere se la transizione è appropriata per te.

Se hai un alto grado di disagio che il tuo corpo non corrisponde al tuo genere, potresti sperimentare una disforia di genere. Questo potrebbe essere un buon indicatore del fatto che sei transgender.

Se continui a sentire che la tua idea di chi sei saggio di genere non corrisponde al sesso che ti è stato assegnato, allora potresti essere transgender. La chiave sarà se continua per un periodo di tempo.

Per molte persone della tua età che decidono di essere transgender, potresti arrivare socialmente alla transizione, ad esempio apportando cambiamenti che non richiedono ormoni o interventi chirurgici prima di arrivare alla transizione con ormoni o interventi chirurgici. Ciò significa che potresti provare a fare piccoli cambiamenti come acconciatura, vestiti o linguaggio del corpo. Potresti cercare suggerimenti o cose che ti aiuterebbero ad assomigliare di più al tuo genere desiderato. Ciò potrebbe aiutarti a decidere se è una cosa part-time o se è qualcosa che vuoi fare a tempo pieno.

Come Katie ha suggerito nei commenti, ci sono alcune persone giovani che il loro medico ritiene essere un candidato appropriato per i bloccanti degli ormoni. Tuttavia, ciò dipende molto dalla situazione e dalla persona. E solo tu e il tuo medico potete determinare se si tratta di un trattamento adeguato per voi.

Non sei solo. Esistono molti gruppi di supporto, sia online che offline. È una fortuna che ci sono molte più informazioni disponibili per te rispetto a quando ero giovane. Ti auguro ogni bene, qualunque cosa tu decida. Ma è una decisione molto personale, e nessun altro può dirti cosa pensare o fare. E se hai la sensazione che ci siano ostacoli dovuti all’essere un giovane, pensa solo che sei a pochi anni dall’essere legalmente un adulto. A quel punto, puoi decidere tu stesso.

Consulta Real Talk for Teens: una guida introduttiva alla transizione di genere e oltre: Seth Jamison Rainess: 9780982405321: Amazon.com: Libri

More Interesting

Anni fa una ragazza al lavoro uscì come gay. Le ho regalato una prima edizione di "The Well of Loneliness". Era sbagliato o prepotente?

Va bene prendere in giro qualcuno per essere gay?

Il giro di vite sulle persone LGBT in Egitto è peggiore che mai. Perché nessuno sta facendo nulla al riguardo?

Perché le persone sono transfobiche? Perché le persone transfobiche o anti-trans si preoccupano così tanto di qualcosa che non li riguarda? Sono sicuro che ci sono diverse ragioni per persone diverse, ma qualsiasi intuizione sarebbe apprezzata.

Va bene essere fluido ma preferisci le persone etero?

È scoraggiante per gli uomini gay che costituiscono solo il 2-3 percento dell'intera popolazione?

In che modo una coppia gay decide quale sarà "top" e quale sarà "in basso"? Si alternano / si alternano? Sono versatili?

Come non odiare essere gay

I gay piacciono / identificano con i personaggi gay stereotipati nei media?

Quali sono alcune cose che le persone di colore straniere devono preoccuparsi o pensare a quelle persone etero e alle persone queer bianche no?

Perché le persone pensano che gli asessuali / le persone aromatiche siano LGBT anche se sono cisgender ed eterosessuali? Se qualcuno è etero, cis e solo così accade anche per essere asessuale, non sono LGBT.

Ti piacerebbe mai convincere qualcuno a diventare lesbica?

L'Unione Sovietica ha accettato le persone gay?

Cosa pensano di coloro che si oppongono al matrimonio gay del matrimonio transessuale?

Perché Disney non ha inventato un personaggio omosessuale?