Qual è il problema più sottovalutato nella vita di una lesbica?

Penso che Chloe C. Lee risolva praticamente il problema sottovalutato.

Come americano, per lungo tempo, l’omosessualità negli Stati Uniti si è sentita definita dalla mascolinità e dal sesso maschile gay. Tutti quei politici maschi che condannano il matrimonio tra persone dello stesso sesso e fastidiosi omosessuali? Non vogliono prenderlo nel culo perché il sesso anale è così icky. Chi vuole attaccare il loro pene sul retto di un altro uomo? È così gay!

E ummm … sì. Sembrava che le donne e le lesbiche fossero in gran parte ignorate e dimenticate. Nessuno sembrava davvero tanto agitato da menzionarci e condannarci esplicitamente. Riguardava il pene. Quando ci siamo ricordati è stato più, “Due donne che lo fanno è così hawt! Mi piacerebbe avere un pezzo di quell’azione!” C’era un elemento che quando eravamo visibili, era come un oggetto sessuale per cui gli uomini potevano fantasticare perché due lesbiche definiscono davvero la loro sessualità di avere un sesso a tre con un uomo. No.

Quando non eravamo dimenticati o esistevamo per lo sguardo maschile, tutte le femministe venivano espresse come un uomo arrabbiato che odiava le lesbiche. Non importava se la donna fosse eterosessuale: essere una femminista significa significare che odia gli uomini ed è lesbica.

Se sai dove guardare Quora, puoi vedere entrambi questi temi abbastanza frequentemente, dove vedi persone che chiedono notizie sulla vita sessuale delle lesbiche con quello che sembra essere uno sguardo maschile che si aspetta che diciamo che abbiamo fatto sesso tutto il giorno , con il maschio occasionale tre e rende la nostra vita così affascinante. Questi ragazzi sembrano meno interessati quando sei tipo “E poi sono andato a Starbucks (compagnia) dove ho trascorso un’ora a scrivere la mia tesi di dottorato”. O domande a cui MRA chiede alle femministe non radicali di rispondere, e quando lo fai, indipendentemente dal tuo orientamento, sentono il bisogno di commentare la tua risposta per accusarti di essere un uomo che odia la lesbica.

Ciò significa che c’è un costante bisogno di riaffermare che sei lesbica. Devi uscire continuamente. A volte, devi giustificare continuamente perché alcune persone non riescono a avvolgerlo con la testa e che essere lesbiche è più dell’ideale vittoriano dell’amicizia femminile in cui potresti scegliere uomini se lo desideri davvero.

Scrivendo dal punto di vista di un uomo gay …

Il problema più sottovalutato nella vita di tutte le persone queer (comprese le lesbiche) viene privato di un’infanzia normale da una società prevenuta. I bambini LGBTQ affrontano l’oppressione nelle loro famiglie, scuole, chiese e comunità. Tradizionalmente, l’intera materia è stata vista come relativa ai diritti degli adulti e è stata prestata poca attenzione ai diritti dei bambini a crescere con un’infanzia emotivamente sana.

Sottovalutato? Posso pensare a diversi.

1. Alcuni uomini sembrano pensare che esistiamo semplicemente per titillarli. Si rifiutano di accettare che siamo gay e / o credono di poterci cambiare. Se cammino per la strada tenendo la mano di una donna, penseresti che lo sto facendo solo per fare appello agli uomini. Dio mi proibisca di baciare una donna in pubblico.

2. Tendiamo ad essere ignorati. Se guardi programmi TV e film nel mainstream, è molto più comune che gli uomini gay abbiano ruoli, non lesbiche. Siamo generalmente un ripensamento.

3. In seguito al 2, quando siamo nei film e negli spettacoli televisivi, spesso non sanno cosa fare con noi. Quindi finiamo per rimanere incinta o adottare bambini. È come se non potessero vederci al di fuori della maternità. Sembra stimolante per le persone scrivere personaggi lesbici che sono esseri interi e unici al di fuori della maternità. E sembra che ci sia una paura del romanticismo oltre un bacio.

4. Alcune persone sembrano pensare che non abbiamo rapporti “reali”. Sai, niente pene, niente sesso. Se me lo chiedi, queste persone non hanno immaginazione.

5. Se le donne hanno la tendenza a diventare invisibili nella nostra società, le lesbiche lo sono ancora di più.

6. La gente pensa che odiamo gli uomini. Un sacco. Mi piacciono gli uomini. Mi piace la loro compagnia. Sai chi ha un motivo per odiare gli uomini? Donne etero. Devono vivere con gli uomini. Noi no. Gli uomini eterosessuali hanno una ragione per odiare le donne. Devono vivere con loro. Lesbiche? Non ci interessa.

7. Le persone pensano che le nostre relazioni debbano essere più facili. Sai, perché sono due donne. Ciò suggerisce che le nostre relazioni sono in qualche modo diverse. Meno serio. Meno importante. Meno significativo. Non sono meno difficili, non sono meno significativi.

8. Ho dimenticato di aggiungere quello che probabilmente mi infastidisce di più. Donne eterosessuali che pensano che siamo giocattoli. Qualcosa con cui sperimentare. Avevo un’amica che mi picchiava costantemente quando si ubriacava. Le ho chiesto perché. Ha detto perché sono al sicuro. Ho detto, non sono un giocattolo. Smettila.

Complimenti ragazze / flirtare con loro e loro prendendo non nel modo in cui intendevi.

Ricordo che mi piaceva davvero questa ragazza, e le facevo sempre i complimenti e flirtavo con lei, e lei lo prendeva come se lo stessi dicendo in modo amichevole.

È molto frustrante lol.

Non direi che questo è un problema sottovalutato, ma più che distinto che devono affrontare le lesbiche.

Nella mia esperienza, lesbiche come me devono dimostrare il nostro orientamento sessuale (anche se sto baciando la mia ragazza proprio di fronte a loro); di solito agli uomini bigotti che dubitano che l’amore che ho per le donne sia reale.

Spesso mi viene posta la domanda “perché le donne?” come se lui o lei stesse insinuando:

1. Le donne sono inferiori, quindi perché scegliere di stare con una quando esistono gli uomini?

2. Che il mio orientamento sessuale sia una scelta. Uno stile di vita

Sono sicuro che i gay ricevono meno commenti da persone che dubitano del loro orientamento sessuale su base giornaliera anche dopo che sono venuti da loro.

In una determinata area, probabilmente ci conosciamo tutti. Incontri diventa davvero imbarazzante, perché il pool di incontri è così spaventosamente piccolo.

Che dobbiamo essere costantemente alla ricerca di qualcuno che potrebbe voler farci del male per essere lesbiche. Le persone presumono anche che, poiché siamo entrambe ragazze, non dovremo fare i conti con uomini e donne che sono cose diverse, ma solo perché siamo dello stesso genere non significa che siamo esattamente gli stessi. Io e la mia ragazza siamo entrambe ragazze (ovviamente), entrambe femminili, entrambe vivono nella stessa città (anche se lei è di Atlanta e io sono del Connecticut) ma siamo ancora persone diverse, anche se ci amiamo.

Il temuto uhaul.

Le ragazze si trasferiscono insieme al secondo appuntamento, prima o poi. Spaventoso da morire … davvero.